Bed and Breakfast Lecce

Bed & Breakfast nel centro di Lecce

Via Oberdan, 53

Mar Adriatico o Mar Ionio? Sabbia o scogli? Tutto in pochi chilometri.

Quali che siano i vostri gusti, il Salento e Lecce soddisfano tutte le voglie di mare. Scopriamone alcune.


San Cataldo

A circa 10 km ad est di Lecce, troviamo la marina più famosa, fornita di un faro, di alcuni stabilimenti balneari e di un porto turistico che può ospitare circa 200 imbarcazioni da sempre indicata come “Il mare dei leccesi”, per via della sua estrema vicinanza alla città. L’imperatore Adriano nel II° secolo D.C. costruì il primo porto di S. Cataldo, ed ancora oggi è possibile vederne i resti. Fu varie volte distrutto e ricostruito fino a quando i turchi, con le loro devastazioni operate su tutta la costa, lo demolirono completamente. Per un lungo periodo e fino agli inizi del ‘900, tutta la fascia costiera da San Cataldo ad Otranto, compreso l’entroterra, rimase quasi disabitata a causa della natura paludosa del terreno che portò la malaria che poi fu debellata grazie alle opere di bonifica. La costa è bassa e prevalentemente sabbiosa, divisa dall’entroterra salentino dalla pineta e dalla riserva naturale delle Cesine. La domenica mattina, anche d'inverno, si svolge il mercato ortofrutticolo. D'estate la pro-loco organizza la "sagra del pane", una festa durante la quale si possono degustare alcune tra le specialità culinarie salentine più note e soprattutto la "puccia con le olive" ed i "pizzi" (pane impastato con pomodoro e cipolla).

Torre dell'Orso

Torre dell’Orso è una delle mete più suggestive del Salento, annoverata tra le migliori località balneari della costa adriatica, grazie al conferimento più volte acquisito di Bandiera Blu d’Europa, per la limpidezza del suo mare cristallino. Grazie alle sue spiagge di sabbia finissima circondate dal verde delle pinete e della folta vegetazione tipica della macchia mediterranea, Torre dell’Orso è in grado di regalare scenari suggestivi, permettendo al turista di trascorrere piacevolissime e rilassanti vacanze in perfetta armonia con la natura.

Otranto, l'unica

Otranto, ridente località turistica affacciata sulla costa adriatica salentina, rappresenta la città d'Italia situata più ad est. Sorge sulla sponda del canale da cui prende il nome, il Canale d'Otranto, largo circa 82 km, che separa l'Italia dall'Albania. Nel corso dei secoli gli avvenimenti più importanti legati alla storia di Otranto si ebbero sotto il dominio dei romani, prima e nel medioevo dopo. All’epoca romana risale la sua notorietà commerciale, quando Otranto ancor più di Brindisi, divenne un importante punto di scambio con la Grecia, un vero e proprio ponte tra Oriente e Occidente. Il periodo medievale attesta invece il suo glorioso passato culminato con il famoso e macabro olocausto dei "Martiri di Otranto”ad opera dei Turchi, il cui vivido ricordo si è tramandato nel corso di intere generazioni e rimane vivo in alcuni abitanti della città. Attualmente Otranto, è una cittadina tranquilla trasformata in località turistica viva e dinamica. In alcuni periodi dell'anno le sue strade sembrano deserte, ma con l'arrivo della bella stagione, e soprattutto nel periodo estivo, la città si riempie di visitatori e turisti che giungono da ogni parte d'Europa, in virtù del fatto che la località è inserita, a buon diritto, nella lista del Borghi più belli d'Italia.

Gallipoli, la perla dello Ionio

La città di Gallipoli è situata sulla costa occidentale del Salento, affacciata sul mar Ionio. Si presenta divisa in due parti rispettivamente chiamate Borgo e Centro Storico, unite tra loro da un ponte. Il Borgo corrisponde alla parte moderna della città ed è situato più ad est su di un promontorio, mentre il centro storico si trova più ad ovest su un' isola di origine calcarea. La parte antica di Gallipoli è circondata da bastioni e mura di difesa lunghe oltre un chilometro, costruite con lo scopo di difendere la città dagli attacchi dei nemici provenienti dal mare. L’assetto urbanistico del centro storico è caratterizzato da vie strette e tortuose, secondo uno schema risalente alla prima metà del 900 d. C., quando la città fu conquistata dai Saraceni. Questa parte, più antica, è a sua volta suddivisa in due zone separate dalla strada principale, via Antonietta De Pace. L’isola su cui sorge il centro storico era un tempo unita alla terraferma da un lembo di terra naturale, denominato istmo, che rappresentava l'unico passaggio per accedere alla città.

Porto Cesàreo

Porto Cesareo è stata riconosciuta dagli studiosi erede dell’antico Portus Sasinae di epoca latina ed è oggi tra le più note località turistiche estive del Salento. Caratterizzante di Porto Cesareo è una bellissima spiaggia che si estende ininterrotta per 17 chilometri e di fronte la spiaggia del centro abitato si erge dal mare un arcipelago di isolotti, spesso riflesso in un mare calmissimo, cristallino e incontaminato.Il più conosciuto di questi isolotti è l'Isola Grande, detta anche 'Isola dei Conigli'. L’Isola dei conigli si può raggiungere tramite apposito servizio in barca o, se il tempo lo consente, anche direttamente a nuoto via mare.Sull’isola troverete già diversi bagnanti, ma se ci andate in agosto vi risparmierete un po’ della calca che affolla le spiagge cittadine. Il fascino di Porto Cesareo è amplificato dalle sue acque cristalline e dai lunghi lidi tra dune naturali ricoperte di macchia mediterranea. In estate, Porto Cesareo si riempie di turisti che sono attratti dall'ottima organizzazione balneare, dai numerosi villaggi turistici e lidi nei dintorni. L’area costiera è ricchissima di hotel e di strutture ricettive, con grandi parcheggi custoditi ad accogliere le auto dei bagnanti che ogni anno si riversano sulle sue spiagge.